Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » Blog Archive » 14 - Lettere da Iwo Jima

il blog di lorenzo cassata » 14 - Lettere da Iwo Jima

14 - Lettere da Iwo Jima

Postato il 7 Marzo 2007 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

A me Clint Eastwood regista piace, tanto. Anche questa prova, un tentativo forte e impegnativo, di disegnare l’ennesimo film di guerra è una prova riuscita.

Non ho visto il film precedente (”The flag of our fathers”), ma la vicenda è la stessa, vista dagli occhi dei giapponesi. Si narra la battaglia per la conquista - da parte americana - dell’isoletta di Iwo Jima, durante il secondo conflitto mondiale.

In bianco e nero, in giapponese (con sottotitoli) e per due ore e qualcosa in più, il film non annoia per niente. Mostra due ipotesi di logica guerresca. Quella tradizionale, ottusa, di alcuni giapponesi che - pur di non perdere l’onore - pensano bene di suicidarsi. E quella più matura e umana che vuole combattere per la patria, ma senza misticismi suicidi.

Tutto il film lascia pensare, peraltro, che sia la guerra in sé, quella ridicola guerra per un’isoletta, il vero problema. Gli uomini, quando sono “umani” non si uccidono. Hanno paura della guerra e della morte. Scrivono e ricevono lettere.

Io ho amato questo film, come tutti i film degli ultimi anni di Eastwood regista che ho avuto modo di vedere: da “Gli Spietati” a “Million dollar baby”, passando per “Un mondo perfetto” e “Mystic river”.

C’è ancora chi - tra persone intelligenti e di sinistra - boicotta i film di Clint Eastwood - perché (si dice) sarebbe un “fanatico repubblicano nazionalista” e cose del genere.

Per informazione di chi pensa a Clint Eastwood in questo modo, ecco alcune informazioni. Non sono proprio delle novità, ma magari a qualcuno servono.

Ogni cittadino americano deve iscriversi - per votare - nelle liste del partito democratico o del partito repubblicano. Clint Eastwood è iscritto alle liste del Partito Repubblicano. Questo non significa che sia un “militante” del partito. Clint Eastwood è stato eletto sindaco di un paesino della California (Carmel-by-the-sea), come indipendente. Non come “repubblicano”. Nel 1992 ha rifiutato di partecipare alla campagna presidenziale per George Bush (senior), che glielo aveva chiesto. Nel 1993 ha dichiarato: “I think what the ultra-right wing conservatives did to the Republicans is really self- destructive, absolutely stupid.” Clint Eastwood si definisce un “libertario”. Pensa che “ognuno debba essere lasciato in pace”. Forse è ancora più chiaro riportare questa frase: “I’m not really conservative. I’m conservative on certain things. I believe in less government. I believe in fiscal responsibility and all those things that maybe Republicans used to believe in but don’t any more.” Clint Eastwood ha sempre sostenuto che i suoi non sono “film politici”. Ha più volte dichiarato di essere contro la guerra in Irak e ha appoggiato Sean Penn, quando si è recato in Irak. Si professa a favore di una limitazione al possesso di armi da fuoco. Ha fatto un film sull’eutanasia, che è un capolavoro.

Mi chiedo: su quale basi qualcuno sostiene ancora che Clint Eastwood sia un repubblicano parafascista? A me sembra che sia un ottimo regista, dalle idee politiche liberali e democratiche. Il che - rispetto a chi ha ora il potere negli Stati Uniti, fa di lui praticamente un “uomo di sinistra”.

link:
| blog: visionario ricambi riciclati lulù | locandina | il sito ufficiale del film | recensioni: cineboom cinematical gli spietati | biography (imdb) |

Share and Enjoy:These icons link to social bookmarking sites where readers can share and discover new web pages.
  • blinkbits
  • BlinkList
  • blogmarks
  • co.mments
  • connotea
  • del.icio.us
  • De.lirio.us
  • digg
  • Fark
  • feedmelinks
  • Furl
  • LinkaGoGo
  • Ma.gnolia
  • NewsVine
  • Netvouz
  • RawSugar
  • Reddit
  • scuttle
  • Shadows
  • Simpy
  • Smarking
  • Spurl
  • TailRank
  • Wists
  • YahooMyWeb

6 risposte a '14 - Lettere da Iwo Jima'

Segui i commenti a '14 - Lettere da Iwo Jima' con gli RSS o i TrackBack.


  1. 21 Maggio 2007 ore 19:56

    gold ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    ahahaha…”de sinistra”… ma non farmi ridere. Clint è un right-libertarian, e come tutti i right-libertarian è isolazionista in politica estera.
    Peraltro è bene che tu sappia che negli Stati Uniti i conservatori sono tradizionalmente isolazionisti, mentre i “liberal” (leggi: progressisti) sono tradizionalmente interventisti.


  2. 22 Maggio 2007 ore 00:43

    salgalaluna ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Forse non hai letto tutto il post. Non ho scritto che Eastwood sia di sinistra. Ho scritto che - vista la situazione attuale negli Stati Uniti - la sua posizione di repubblicano classico è diventata in pratica “di sinistra”.
    E’ bene che tu sappia inoltre che la classica e nota a chiunque distinzione tra conservatori (repubblicani) isolazionisti e liberal (democratici) interventisti è caduta. Progressivamente i repubblicani hanno avuto una svolta interventista, mentre i democratici lo sono diventati “di meno”.
    E’ quanto sostiene peraltro Clint Eastwood, ed è quanto avevo scritto nel post.


  3. 3 Luglio 2009 ore 23:42

    Walt ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Questa è bella, Eastwood di sinistra. Ne ho sentite di baggianate, ma che il libertariano repubblicano piu’ famoso d’America sia etichettato come “di sinistra” denota un’ignoranza politica dell’autore mostruosa, a quanto pare fermo alla distinzione destra-sinistra data dalla stampa mainstream italiana, la premiata ditta Scalfari-Mauro in primis.


  4. 13 Luglio 2009 ore 20:39

    a. ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Clint Eastwood piace alla Sinistra perché rappresenta la Destra che ogni compagno vorrebbe.


  5. 26 Febbraio 2010 ore 16:23

    Carlos ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Purtroppo noi europei, e noi italiani ancora di più, abbiamo una visione molto personale della destra e della sinistra.
    Negli USA ci sono valori spesso rovesciati ed è assolutamente normale che un Clint Eastwood sia “di destra” (mentre ciò che pensa farebbe rabbrividire la destra nostrana). E’ un libero cittadino che esprime opinioni, si attesta su posizioni conservative pur non rifiutando il confronto e soprattutto è lontanissimo anni luce dalle apologie che facciamo noi. Lo stesso dicasi per i Democratici, ovviamente, che non sono poi così di sinistra come qui si vorrebbe far credere. Esiste un’ala del GOP che è assolutamente libertaria oltre ogni misura, molto simile al nostro Partito Radicale (Ron Paul). Nei Dem quest’ala non c’è, perché ci si stacca e si seguono movimenti alternativi (Ralph Nader).
    Quello che ci dovrebbe far riflettere, è che se non riusciamo a toglierci di dosso queste etichette, non saremo mai uomini liberi. Si è di destra perché si è “camerati” o simpatizzanti, si è di sinistra in quanto “compagni” o simpatizzanti. Vecchie buffonate. Clint insegna e con lui i tanto vituperati americani.
    Concordo con il succo del discorso, comunque.


  6. 21 Gennaio 2015 ore 11:31

    Albi ha scritto:

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Chi dice che Clint Eastwood fa film ” di sinistra” e si stupisce del fatto che uno come lui possa votare per il Partito Repubblicano secondo me ha una visione molto stereotipata della politica statunitense…D’altronde in Italia si è sempre cercato di far passare l’idea che i Repubblicani sono quelli guerrafondai, fascisti, razzisti e cattivi, mentre i Democratici sono quelli progressisti, pacifisti, belli, buoni e liberali.La realtà è molto diversa,a parte il fatto che storicamente l’interventismo bellico è stata una prerogativa più dei Dem che del GOP, per rimanere al Partito Repubblicano ( che Clint in più di un’intervista ha ammesso di aver sempre votato alle Presidenziali, tranne nel 1992 quando non appoggiò Bush padre,bensì l’indipendente Ross Perot) ci sono tantissime correnti : i teocon, i tradizionalisti tipo Sarah Palin ( loro si, oltranzisti di destra, ma non rappresentano tutto il GOP), i moderati, i conservatori sociali, arrivando fino ai progressisti e ai libertari… Ecco, Clint Eastwood si è sempre dichiarato di quest’ultima area( non per nulla è amico intimo di McCain e Ron Paul, tra i maggiori esponenti di questa corrente).In pratica i repubblicani libertari sono liberisti sui temi economici( e da questo punto di vista non differiscono molto dal resto del partito), ma assolutamente liberali e progressisti sui temi etici, essendo infatti favorevoli all’eutanasia, all’aborto, a un rapporto meno asfissiante con gli ambienti ultracristiani ecc.In pratica posizioni simili a quelle del nostro Partito Liberale degli anni 70-80 o ai Radicali…..Ecco il perchè di alcuni film come Million Dollar Baby, Gran Torino, Mystic River,ecc.

Commenta

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture.
Anti-Spam Image