Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » 2013 » Agosto

il blog di lorenzo cassata

105 - L’infiltrato

Postato il 23 Agosto 2013 in letti/riletti, memoria da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

L’infiltrato racconta la storia di Berardino Andreola, nato nel 1928 e morto nel 1983. Personaggio border line, deportato in Germania giovanissimo durante la seconda guerra mondiale, truffatore, conoscitore di lingue, confidente e aduso a adottare personalità e nomi diversi.

Andreola viene arrestato per l’ultima volta nel 1975, accusato di aver organizzato il sequestro del democristiano siciliano Graziano Verzotto, un uomo politico legato alle sorti di Enrico Mattei e Eugenio Cefis (come loro si occupa di gas e energia per l’ENI e poi per l’Ente Minerario Siciliano) e con rapporti consolidati con vari mafiosi.

Andreola comincerà - arrestato - a dichiarare cose improbabili, contraddittorie e strane. Sostenne, fra l’altro, di fare parte del Gruppo Alpha e di essere venuto in Sicilia per studiare la Mafia e apprenderne le tecniche, da applicare per la lotta contro il sistema da sinistra.

Fino a qui, il libro di Egidio Ceccato è godibile e incuriosisce. Poi parte una serie di illazioni, di ipotesi suggestive ma sempre meno suffragate da prove, secondo le quali Berardino Andreola sarebbe stato, nelle sue molteplici trasformazioni, una serie di personaggi, tra cui Giuseppe Chittaro, “anarchico” confidente della polizia, che il 13 dicembre ‘69 avrebbe indotto il commissario Calabresi a seguire la pista “Valpreda-Pinelli”, per poi ricomparire qualche anno dopo tentando di depistare le indagini sulla morte di Feltrinelli, Umberto Rai, Giuseppe Saba e anche il misterioso “Gunther“, tutti militanti dei GAP di Feltrinelli.

Mi chiedo alcune cose. Feltrinelli era consapevole che questi vari militanti dei GAP erano in realtà una sola persona? Giuseppe Saba, che secondo Carlo Feltrinelli negli anni ‘90 era pizzaiolo a Nuoro, chi è? E questo Giuseppe Chittaro Iob, arrestato nel 2009 come truffatore, non potrebbe essere Giuseppe Chittaro Job alias Andreola di cui parla Ceccato? Del resto Ceccato ipotizza persino che Andreola non sia veramente morto nell’83…Concludendo, il libro potrebbe essere molto interessante, ma l’impressione è che mescoli i fatti con una discreta fantasia.

| Ponte alle Grazie | L’Espresso |



Pages (1) : [1]