Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » 2012 » Settembre

il blog di lorenzo cassata

In merito al “caso” Sallusti

Postato il 27 Settembre 2012 in grassetto, blog&dintorni, video da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Due cosette sul cosiddetto “caso” di Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, già direttore di Libero.

Innanzitutto segnalo un post che mi pare spieghi tutto in modo chiaro e inoppugnabile.

Poi consiglio la visione di questa telefonata di “Pinuccio” a Sallusti.

Infine riporto qui a fianco uno dei (tanti) titoli scelti dal “giornalista” Alessandro Sallusti durante la sua direzione: quello in cui aveva deciso che la strage di Oslo era opera dei musulmani: “sempre loro”.

E’ morto

Postato il 22 Settembre 2012 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Voglio ricordare all’economista Zingales, al giornalista Telese e a tutti i compagni della mozione G. Agnelli una cosa: Gianni Agnelli è morto. Quasi 10 anni fa.

Per approfondire (video)

104 - Il peso della grazia

Postato il 18 Settembre 2012 in letti/riletti, my generation da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

“Il peso della grazia” è l’ultimo romanzo di Christian Raimo, edito da Einaudi e in vendita dal 18 settembre per 21 euro.

Si tratta, voglio dirlo subito, di un libro importante.

Partiamo dalla trama.

Giuseppe e Fiora sono i protagonisti e il libro racconta, con gli occhi i pensieri e le parole di Giuseppe, il rapporto che si sviluppa tra i due.

Si conoscono al pronto soccorso del Policlino a Roma. Giuseppe, ricercatore (fallito?) delle fiamme, da poco convertitosi al cattolicesimo, è lì perché accompagna Lubo, operaio polacco. Comincia lì, da alcuni sguardi in ospedale, un’intensa forte e travolgente storia d’amore, intervallata dalle vicende e dai pensieri di Giuseppe, antieroe che affannosamente cerca di vivere nel mondo che è attorno a lui, ma che non è suo.

Nelle oltre 400 pagine si raccontano tante cose. In primo luogo la città di Roma per come è oggi, slabbrata e dominata da un’immensa periferia in cui ci si perde mollemente. Si raccontano gli immigrati che vivono sciattamente con caparbia, unici compagni degni di Giuseppe. Si racconta la generazione dei trenta-quarantenni (Christian Raimo è uno degli animatori di TQ, il movimento che cerca da un paio di anni di dare senso proprio a questa generazione: la sua, la mia, la nostra), i loro rapporti con i genitori, con il lavoro (meravigliosi i tre colloqui che Giuseppe affronta autosabotandoli), con la religione, con Internet.

C’è uno sforzo, nel libro, di raccontare poi uno spicchio in particolare: quello dei “ricercatori precari”, stretti sotto la morsa dei baroni, sessanta-settantenni di sinistra che si fanno (ad esempio) copiare le email su file Word per averle riformattate e stampate in bella forma.

Per tutto questo e per come è scritto, “Il peso della grazia” è un libro che bisogna leggere. Perché racconta l’oggi e un poco di domani, senza insulse consolazioni e con la capacità di non rimanere prigioniero di inutili depressioni.

P.S. Martedì 18 settembre esce in edicola il primo numero del nuovo quotidiano “Pubblico“. Christian Raimo si occupa dell’inserto culturale del giornale, che si chiamerà “Orwell” e sarà allegato ogni sabato a “Pubblico”.

La troika ha a cuore la Grecia

Postato il 13 Settembre 2012 in grassetto, cazzate, numeri da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Stamattina ho letto queste due notizie: la prima informa che la cosiddetta “troika” ha suggerito al governo greco di far lavorare le persone fino a 13 ore al giorno e anche il sabato, la seconda riferisce di una ricerca secondo cui lavorare più di 8 ore al giorno aumenta il rischio di malattie al cuore fino all’80%.



Pages (1) : [1]