Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » 2009 » Novembre

il blog di lorenzo cassata

84 - Segreti di famiglia

Postato il 29 Novembre 2009 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Il “Grande Uomo” della famiglia Tetrocini è Carlo, un famosissimo direttore d’orchestra di origine italiana, di nascita argentina e di adozione americana.

Suo figlio Angelo ha deciso di ripudiarlo: lui con tutta la “famiglia”. Parte per un periodo sabbatico (vuole scrivere) e si stabilisce proprio in Argentina, nel quartiere della Boca.

Lì lo raggiunge, dopo tanti anni, Benjamin Tetrocini, il più giovane della famiglia, alla ricerca del fratello che ha preso a modello di vita. Come lui vuole viaggiare e scrivere.

Ma Angelo non ne vuole sapere, ha cambiato vita e nome (ora si chiama, e il nome è decisamente significativo, “Tetro”), e vive con la splendida e luccicante (tutt’altro che tetra) Miranda, che gli prepara degli ottimi caffè con una moka italianissima.

Il film, lungo e quasi interamente girato in bianco e nero, intrattiene fino alla fine, grazie alla tensione, agli incastri tra cinema, musica, teatro e danza, agli sguardi di Tetro, che vuole cancellare il suo passato e insieme (nel suo inconscio, che però ha bisogno di Benjamin per esprimersi) vuole tirarlo fuori. Vuole davvero “ripudiare” la famiglia, se è andato a vivere proprio a buenos Aires, e se, nello scegliere il proprio nome, ha comunque ripreso un pezzo del vecchio cognome?

La famiglia è l’origine di troppi segreti e molti drammi, ma è sempre la famiglia che salva Tetro dalla disfatta e lo fa ridiventare un uomo quando, tappando gli occhi di Bennie, che non può vedere tutte quelle luci, lo salva a sua volta.

link: | solocine | lupin4th | spoutblog | jared mobarak |

Luther Blissett a Casa Povnd?

Postato il 17 Novembre 2009 in grassetto, cazzate da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Iannone: “E se mannamo uno dei nostri al Grande Fratello?”.

Camerata: “E’ troppo complicato, non ci si riesce”.

I: “E se facessimo finta di avercelo mandato?”.

C: “Ma se lo diciamo noi nessuno ci crede”.

I: “E allora facciamolo dire agli altri, ci sta Indymedia che è facile facile da usare per queste cose”.

C: “Ma ci dev’essere un margine di credibilità”.

I: “E allora scriviamo sul nostro forum che c’abbiamo questo infiltrato, a un certo punto diciamo a tutti i camerati di votarlo, però poi oscuriamo il forum, vedrete che la cosa sarà credibilissima”.

Ecco cosa accade qualche tempo dopo questa presunta conversazione immaginaria.

Il concorrente del Grande Fratello 10 Mauro Marin (salumiere veneto), considerato un decerebrato da tutti gli altri componenti della “casa” e pesantemente schernito da “Mai dire Grande Fratello”, viene dapprima “smascherato” da Striscia la notizia come un componente di Forza Nuova, poi (dopo la smentita) arrivano gli inviti a votare Mauro Marin sul forum (nel frattempo reso inaccessibile ai “non iscritti”) di Casa Povnd (1 | 2 | 3 | 4 | 5), come denunciato in un post di Indymedia Napoli1. Anche la radio di Casa Povnd, Radio Bandiera Nera, comincia a intervallare le sue trasmissioni con “vota Mauro Marin al Grande Fratello”.

Su Indymedia Piemonte e Indymedia Roma appare il post che “smaschera” il tutto: Mauro Marin sarebbe infatti il batterista degli Zeta Zero Alfa, il gruppo musicale di Casa Povnd, il cui cantante è proprio Gianluca Iannone. La somiglianza tra i due è totalmente forzata, ma c’è la foto.

Insomma tanto basta e questa palese scemenza finisce su gay.it e poi sul corriere.it e altri siti di giornali nazionali.

Poi, come da copione, arriva la “smentita” di Casa Povnd. Iannone fa la vittima su blogosfere e annuncia per oggi un comunicato ufficiale di Casa Povnd.

Insomma una palese beffa di cui non si capisce bene il motivo (secondo me anzi gli si ritorcerà contro), se non quello di farsi pubblicità e a cui i giornali hanno dato credito e ancora adesso rifiutano di capire che ha origine dalla stessa Casa Povnd.

Ma la figura peggiore è quella delle esponenti del Pd Paola Concia (deputata) e Cristiana Alicata, che non solo non capiscono di essere al centro di una burla, ma pretendono anche di discettare sulla questione.

Questa frase dovrebbe rimanere nella storia dell’idiozia umana:

«Bisognerebbe superare il clima degli anni ’70 - sottolinea Alicata - Credo che la nostra generazione abbia il dovere e la responsabilità di andare oltre, il che non significa dimenticare ma elaborare e superare».

Per elaborare il clima degli anni ‘70 Cristiana Alicata potrebbe cominciare a leggere qualcosa su Luther Blissett, che evidentemente è più conosciuto dai fascisti di Casa Povnd che dagli e dalle esponenti del Partito Democratico.

Note:
1. Singolare il fatto che l’autore del post (Gargaroz) non ha mai postato prima sul sito di Indymedia Napoli con quel nickname. Lo stesso vale per l’autore del post (Garibaldi) su Indymedia Piemonte.

Brevi brevi - 7

Postato il 11 Novembre 2009 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Gasparri, fermato in zona prostitute perché violava la legge sulle tv, in realtà stava andando alla “Casa chiusa” di Montecitorio a fare il test sulla cocaina.

Giovanardi: “Cucchi è morto perché drogato”. Giovanardi invece è coglione di suo.

Bersani conclude l’assemblea dei delegati del PD con la canzone “Un senso” di Vasco Rossi, che improvvisamente cade dal palco mentre canta.

Il Papa: “aprite il cuore ai migranti”, potrebbe esserci qualcosa dentro.

20 anni dopo la caduta del muro di via Poma, finalmente si indaga sul fidanzato di Simonetta Cesaroni.
Daniela Santanchè sostiene che Maometto era pedofilo. A Gesù invece piacevano le mignotte e la Madonna era adultera.

Mariastella Gelmini è in dolce attesa, che qualcuno la faccia dimettere.

Nasce l’Alleanza per l’Italia, con Rutelli, Tabacci e la Lanzillotta. Finché non arriva Mariotto Segni c’è ottimismo tra i fondatori.

Tremonti: “Finché ci sono io le pensioni non si toccano”. Bertolaso corre a fare domanda.

Tutta la documentazione sulla morte di Stefano Cucchi

Postato il 9 Novembre 2009 in segnalazioni da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Scarica in pdf (dal sito ristretti.it)

Brevi brevi - 6

Postato il 5 Novembre 2009 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Berlusconi risponde alle 10 domande di Repubblica sul libro di Vespa. Proteste del PD: non si scrive sui libri a pennarello.

Afghanistan: 4 paracadutisti colpiti dall’influenza A. La lega chiede il ritiro del vaccino dal paese. Il viceministro Fazio tranquillizza tutti a “Che tempo che fa”: solo lievemente feriti i militari.

Nuove rivelazioni di Massimo Ciancimino: Provenzano passò con l’Udc, tradendo così Riina.

La corte europea sentenzia: niente più crocefissi nelle scuole. I bambini musulmani sono contrari: usavano la croce per capire dov’era la Mecca, ora sono spaesati.

Il ricercato Battisti dichiara di temere di essere ucciso in carcere. Pacata dichiarazione in merito di La Russa: “Noi siamo favorevoli ai crocefissi nelle scuole, non in carcere”.
La lettura dei verbali d’interrogatorio di Marrazzo fanno chiarezza una volta per tutte: “consumavo cocaina, ma solo col bluetooth”, ha infatti ammesso l’ex presidente della regione Lazio.

Assolto Pollari per il caso Abu Omar grazie al segreto di stato. Anche Angelucci verso l’assoluzione per il caso Marrazzo, grazie al segreto di regione.

Un punto a favore di Bersani: i democratici perdono in Virginia e New Jersey. Non si erano alleati né con l’Udc né con l’Italia dei Valori.

Ennesima prova della superiorità della civiltà europea: un monaco comunista è stato arrestato in Giappone, mentre nessun giapponese arrestato risulta essere stato comunista a Monaco.

Ennesimo caso di favoritismo per la Casta: potranno avere gratuitamente analisi e test direttamente in Parlamento. Inchiesta del Corriere.

Maroni: “Sui finanziamenti alla polizia voteremo con l’opposizione. Se la troviamo”.



Pages (1) : [1]