Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » 2008 » Agosto

il blog di lorenzo cassata

73 - L’anno in cui i miei genitori andarono in vacanza

Postato il 19 Agosto 2008 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Che film delizioso! Un piccolo capolavoro brasiliano di Cao Hamburger, alla sua seconda prova da regista. Il piccolo Mauro viene portato a casa del nonno dai genitori, due attivisti politici di sinistra nel Brasile dittatoriale del 1970, promettendo di tornare per la “coppa”. I genitori vanno in vacanza come andava “in viaggio d’affari” un altro papà nella Jugoslavia di Tito, raccontato da Kusturica. In realtà scappano dal regime. E Mauro sale le scale di casa del nonno e non lo trova. E’ stato portato all’ospedale da pochi minuti, ed è morto. Il bimbo si trova così da solo, con il solo aiuto dello scorbutico vicino ebreo Shlomo e di una bambina del palazzo che lo prende in simpatia. E’ solo e si prepara ai mondiali di calcio del 1970 con il suo album di figurine e un presubbuteo fantastico (calcio da tavola). Divertente e leggero, perché visto con gli occhi di un bambino che sogna di fare il portiere di calcio.

°°°°°

link: | lucky red | binario loco | cinema4stelle | trailer |

69 - Il contagio

Postato il 19 Agosto 2008 in letti/riletti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Il contagio, ultimo libro di Walter Siti, parte in modo spiazzante. Si descrivono, nei primi due capitoli, alcuni degli inquilini di un condominio di Via Vermeer, periferia romana inventata ma molto reale. Poi si avverte il lettore: questi sono due racconti scritti per Nuovi Argomenti. Quindi si continuano a dilatare le storie del palazzo, che includono crimini, amori (etero e omosessuali), cene e soprattutto tanta cocaina.

Il libro procede per aneddoti, velocissimo, tenendo il lettore attaccato alla pagina e costruendo un’unità di contesto e di ambientazione impareggibile. Qualche digressione personale dell’autore (tra cui un’attenta disamina del significato sociale della cocaina) e le vicende continue della periferia che si mischia col centro e della borghesia che si scopre borgatara, in un contagio, appunto, sotto gli occhi di tutti. Tutti sono (siamo?) coatti.
Per capire Roma (la sua periferia come il suo centro) leggere questo libro mi pare indispensabile. Un romanzo-saggio, un oggetto narrativo, che (mi pare) faccia parte integrante della cosiddetta New Italian Epic.
link: | sul Contagio (Nicola La gioia) | La finestra sul coatto |

Il massaggio è messaggio

Postato il 9 Agosto 2008 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Dopo il giro di vite sul “racket dei lavavetri” dell’anno scorso e la stretta sui rovista-cassonetti del nuovo corso di Alemanno, ecco il provvidemento finale per la sicurezza: la norma anti-massaggi.

72 - Into the wild

Postato il 7 Agosto 2008 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

C’è un ragazzo (Chris) che, appena laureatosi alla tenera età di 22 anni, prende la sua macchina scassata e si dirige verso il deserto, poi la lascia lì e - con uno zainone blu sulle spalle - si incammina alla conquista dell’America. Ce l’ha col mondo, colla società, coi politici. Brucia il suo ultimo denaro, di cui sostiene non avere bisogno e prosegue a piedi o in autostop. Fortunatissimo, incontra per tutti gli Stati Uniti gente buona che gli offre un tetto e qualcosa da mangiare. Ogni tanto si mette a lavorare: impara a mietere il grano e a lavorare il cuoio, si accoda anche a una coppia di fricchettoni in camper, ma si fissa coll’idea di andare in Alaska, al nord. Ce l’ha col mondo perché i genitori litigano spesso. La sorella, alla quale non scrive né telefona, narra le sue vicende con voce da innamorata (che il problema fosse un tipico rapporto insano fratello-sorella?). Quasi subito si comincia a sperare che Chris, che nel frattempo si fa chiamare Alex Supertramp e scrive degli appunti di viaggio un po’ ovunque, sia punito dal fato. Ma la sfanga sempre, grazie alle persone che disprezza. Nuota, cammina, scala montagne. Vive settimane e mesi da solo nei boschi leggendo i libri di Thoreau e altri classici alla ricerca della Verità.

E’ una storia vera? Sì, ci hanno persino scritto un libro. Ma a parte le belle immagini di panorami splendidi e l’ottima colonna sonora di Eddie Vedder dei Pearl Jam, la storia è una scemenza.

link: | mymovies | wikipedia |



Pages (1) : [1]