Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66

Strict Standards: Only variables should be passed by reference in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/gettext.php on line 66
Salgalaluna » 2007 » Maggio

il blog di lorenzo cassata

Il carbone pulito e altri ossimori

Postato il 31 Maggio 2007 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Una volta si chiamavano le “contraddizioni” della società. Oggi siamo di fronte, sempre più, quotidianamente, a una vita di ossimori.

Non so quando si sia cominciato, ma la “guerra umanitaria” è stato certamente un tassello importante, in questa svolta culturale, che ci ha portato ad apprezzare le bombe intelligenti, la realtà virtuale, poi il precariato stabile, il governo in piazza, e ancora primi piani terrazzatissimi così come seminterrati luminosissimi, il congelamento di embrioni in difesa della vita, le radici giudaico-cristiane, Berlusconi presidente operaio, le dittature delle minoranze e tanti altri detti di nonsenso comune.

Uno dei picchi dell’ossimoro odierno è il carbone pulito, inventato dall’ENEL, per difendere la riconversione della centrale di Civitavecchia. L’ENEL scrive ai cittadini di Civitavecchia, convince i sindacati e i lavoratori, ma non proprio tutti.
Dopo mille esitazioni e voltafaccia, di fronte all’ennesima competizione elettorale cittadina, i partiti di centro-sinistra (con la significativa eccezione di UDEUR e Italia dei Valori, nonché di una parte della Margherita) hanno finalmente dichiarato insieme “no al carbone”, dopo le mobilitazioni pluriennali del movimento no coke.

Nonostante ciò a Civitavecchia ha vinto le elezioni il candidato di Forza Italia (ma anche di Udeur e Italia dei valori) che del carbone se n’è fregato, in campagna elettorale. A Moscherini, il neo-sindaco, interessano di più il porto e il suo indotto.

Quello che però mi ha fatto impressione non è tanto chi, dalle colonne del quotidiano della Margherita, invece di fare autocritica per le divisioni che hanno portato alla sconfitta a Civitavecchia, procurate dai partiti centristi (compresi pezzi della Margherita), prende in giro il movimento no coke, anche perché non credo che il quotidiano Europa abbia lettori a Civitavecchia, ma vedere in tv la nuova campagna pubblicitaria dell’ENEL, tutta improntata a descrivere “con trasparenza e autorevolezza i numerosi progetti in cui Enel è impegnata da sempre per ridurre al minimo l’impatto ambientale“.
Link: No coke Tarquinia | Comune di Civitavecchia occupato | No coke tarquinia mediablog | No coke Alto Lazio
News: Vincono i no coke. Riaperta la VIA | I no coke in piazza
Video: False promesse | No coke 11.05.07

Documenti: Gli effetti del “carbone pulito”

Articoli: Gli ossimori concilianti (di U. Eco) | Guida del Lazio, perso nelle sue contraddizioni

Update: Greenpeace denuncia l’Enel per pubblicità ingannevole

39 - Volevo solo vendere la pizza

Postato il 29 Maggio 2007 in letti/riletti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Chi non ha mai pensato e vaneggiato insieme ad amici, seduti al ristorante o al bar: “ma perché non posso farlo anche io?”. L’idea di “mettersi in proprio”, “fare l’imprenditore” ce l’hanno, a fasi alterne, quasi tutti. Poi molto spesso non se ne fa niente.

Luigi Furini, giornalista, ce l’ha avuta, questa idea, e ha deciso di metterla in pratica. Voleva aprire una pizzeria al taglio, al centro di Pavia.

La prima metà del libro racconta le fasi precedenti all’apertura: corsi assurdi sulla sicurezza, gli incendi, l’igiene. Tutti pagati salatissimi tutti in gran parte inutili (”non bisogna  spegnere il fuoco con liquidi infiammabili”) e pieni di linguaggio burocratico. File, bolli, certificati, patentini.

La seconda metà segue l’apertura del negozio e la gestione del personale. Chi fa il proprio lavoro c’è, ma molti dei dipendenti invece “si ammalano” e poi magari - come Maria Esposito - si mettono a fare un altro lavoro, identico, mentre viene loro pagata la malattia.

Intervallato da ricordi personali dell’autore, con un passato di militante dell’estrema sinistra marxista-leninista e poi del PCI, il libro affronta due grandi problemi dello stato (sociale?) italiano: la burocrazia e il sindacato. Quasi mai il libro deborda nel qualunquismo. E’ invece molto realistico e descrive le sensazioni vere dell’autore. Un libro appassionante sull’Italia.

°°°°

link: il libro sul sito della Garzanti | extra! | ogigia | stefano galla | giornalettismo

19 - Casino Royale

Postato il 28 Maggio 2007 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

E’ uscito il dvd dell’ultimo 007. Si tratta di uno 007 atipico. Dopo la classica affascinante sigla in stile kitsch, parte infatti una scena in bianco e nero che marca l’inizio-carriera di uno spietato e irruento James Bond.

James Bond ha la faccia da cattivo, ipermuscoloso e strafottente.

L’intreccio è complesso (pure troppo) e fa finire il terrorismo post-guerra fredda su un tavolo da gioco di poker in Montenegro.

Ma questo James Bond è sempre più strano. Pur freddissimo, finisce per innamorarsi. Per il resto tutto prosegue come sempre: inseguimenti, salti, spari, tecnologia raffinatissima, pubblicità nemmeno troppo occulte di ogni genere.

Comunque piacevole.

°°°

link: wikipedia | imdb | gli spietati | sito ufficiale |

38 - Il pianeta degli slum

Postato il 27 Maggio 2007 in letti/riletti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

E’ sicuramente un testo importante. Fondamentale, direi, per capire come sta andando il mondo sul fronte abitativo. Citando un’enorme quantità di studi e notizie da tutto il mondo, Mike Davis affronta da diversi punti di osservazione la diffusione nelle città del “terzo mondo” di quartieri immensi abitati da un’”umanità in surplus”.

Mike Davis traccia la storia e individua le cause della situazione attuale, traccia prospettive (inquietanti) e intravede i germi della soluzione.

Il libro è molto documentato e non scorre facilmente, pieno di rimandi e di dati: densissimo.

Il fatto che più mi ha impressionato leggendolo è vedere che molti tratti comuni alla traiettoria che ha condotto al “pianeta degli slum” sono ben visibili anche in Occidente, anche in Italia: la riduzione del pubblico impiego, la restrizione degli spazi “illegali” dove costruire abitazioni, le speculazioni sugli affitti…

Oggi solo buone notizie

Postato il 24 Maggio 2007 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Dai giornali di oggi:

La Gazzetta del Mezzogiorno: “Con una pillola mestruazioni via per sempre

La Repubblica Salute: “Lo Spray per l’erezione veloce

Libero, edizione di Milano: “Il viagra è utile contro il jet lag, facilita l’adattamento al fuso orario”

Dangerous Dave and Brutal Bob

Postato il 23 Maggio 2007 in giochi, cazzate da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Dangerous Dave and Brutal Bob

Powered by: Ak Arcade

Il Vaticano è uno stato teocratico extracomunitario

Postato il 22 Maggio 2007 in grassetto, blog&dintorni da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Siccome è diffusa la convinzione che il Vaticano, per il solo fatto che ha messo in circolazione alcune monete “euro” per collezionisti, faccia parte dell’Unione Europea, confermo e ribadisco che il Vaticano non fa parte dell’Unione Europea, né è un “paese candidato” a farne parte in futuro.

Il Vaticano, stato teocratico senza popolo, ma con molti immobili (per i quali non paga le tasse), fa parte degli “altri paesi d’Europa” e non degli “stati membri“.

Angelo Bagnasco - neopresidente della Conferenza Episcopale Italiana - nominato direttamente dal Papa ha cittadinanza italiana o della città del Vaticano? Oppure ha la doppia cittadinanza? Non sono in grado di dirlo. Mi rimetto ai lettori di questo blog.

La pagina di Wikipedia recita:

“la cittadinanza vaticana spetta ai cardinali residenti in Vaticano e a Roma, ai residenti stabili in Vaticano per ragioni di carica, dignità o impiego (solo per la durata della carica) e a coloro cui sia concesso dal Pontefice, coniugi e figli di cittadini. Tuttavia la cittadinanza vaticana si perde quando gli interessati vengono a perdere inevitabilmente uno di questi presupposti (tornando ad avere la cittadinanza originaria o quella italiana in mancanza): se ne deduce che la popolazione è temporanea, senza possibilità di crescita e che non ha quei diritti pieni che spettano al cittadino”.

Non so se il Presidente della CEI abbia o meno i requisiti, infatti nel post di qualche giorno fa avevo scritto “Bagnasco, che - credo - è un cittadino straniero, extracomunitario”.

Qualcuno si è offeso. Mi dispiace. Credevo di essere stato chiaro. Più di così non credo di poter fare.

La ricchezza delle reti, in rete

Postato il 22 Maggio 2007 in segnalazioni, digital divide da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

231 anni fa venne pubblicato un libro destinato ad aprire una immensa produzione di studi. Gli studi dell’economia politica, nei secoli successivi, sono infatti tutti partiti da “La ricchezza delle nazioni”, di Adam Smith: il classico per eccellenza dell’economia.

Oggi abbiamo un altro libro, ad opera di Yochai Benkler, con un titolo che evoca quello di 231 anni fa. Si intitola “La ricchezza delle reti“. Non l’ho ancora letto, ma sembra un libro importante. Magari non quanto “La ricchezza delle nazioni”, ma importante.

E si può scaricare in rete, dove se ne parla, molto.

link: omniacommunia | nova! 24 ora | intervista a Benkler | altra intervista | net-one | ladysilvia

18 - Berlinguer ti voglio bene

Postato il 20 Maggio 2007 in visti/rivisti da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Il primo film di Benigni, risale al 1976 ed è in programmazione in questi giorni su Cult, canale satellitare.

Benigni è Mario Cioni, un disadattato in un ambiente degradato. Si muove a corsette e scatti come Buster Keaton, vive con la mamma e non trova una donna. Passa tutto il giorno a parlare con Berlinguer, ovvero con lo spaventapasseri nel campo.

La mamma è oppressiva e cattiva, ma a volte sa essere la fata turchina.

°°°

link: tuttobenigni | roberto benigni | spezzoni del film su youtube

Dove sono finite le scorte

Postato il 19 Maggio 2007 in grassetto da salgalaluna

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/mhd-01/www.salgalaluna.com/htdocs/wp/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Qualche deficiente, nelle ultime settimane, invece di scrivere “Bagnasco stupido” o “Bagnasco le tue opinioni sono sbagliate, secondo me” ha riempito i muri di “Bagnasco ti uccido” e roba del genere.
Bagnasco, che - credo - è un cittadino straniero, extracomunitario, gode, da allora di una scorta pagata dallo stato italiano.

Ma poi si scopre che il 16 maggio sera, alla vigilia della giornata contro l’omofobia, il presidente dell’Arci Gay milanese è stato aggredito e picchiato.

Mi sa che le scorte sono finite nel posto sbagliato.

(Grazie a dotcoma)

(Ah, se per caso ve lo siete perso, guardatevi il video del momento)



Pages (2) : [1]2 » Pagina successiva »